Ricetta di Eva Scialò

Orecchiette salsiccia e friarielli

I friarielli, con la salsiccia di maiale sono il piatto più tipico degli inverni napoletani. E dal momento che, si sa, riciclando si preparano le ricette migliori, niente di meglio che un piatto di pasta condita con questa leccornia. Avanzata o fatta ad hoc è sempre una buona idea. In sostituzione dei friarielli, che hanno una natura particolarmente amara, e crescono esclusivamente nella campagna napoletana, si possono usare altri broccoli a foglia lunga a seconda del posto in cui ci si trova o, al limite, del cavolo verde. Il formato scelto per questa ricetta sono le orecchiette, che con le cime di rapa, anche se non a Napoli, sono sempre andate a braccetto. Una fusion tutta italiana per un gusto senza confini.

  • 4
  • 50 minuti
  • media
  • pasta

Ingredienti per quattro persone

 


320 g di orecchiette Garofalo
q.b. olio extravergine di oliva
1 peperoncino rosso


500 g di friarielli
4 salsicce di maiale
sale

 

Preparazione

 

 

In una padella capiente, ponete sul fondo pochissimo olio e disponete le salsicce. Aggiungete poi acqua fino ad arrivare a metà delle salsicce e cuocete a fuoco moderato.

 

 

Eliminate dai friarielli i gambi più spessi, lavateli accuratamente, e poneteli in una pentola alta. Conditeli con abbondante olio d’oliva, aggiungete uno spicchio d’aglio in camicia, un peperoncino, aggiustate di sale e ponete con il coperchio la pentola sul fuoco molto basso.

 

 

Dopo circa dieci minuti, girate le salsicce dall’altro lato e cuocete fino a che l’acqua non sarà del tutto evaporata e le salsicce si saranno colorite da entrambi i lati.

 

 

Quando i friarielli saranno teneri, occorreranno almeno 30’, poneteli in una ciotola e sminuzzateli grossolanamente con il coltello.

 

 

Fate lo stesso con le salsicce, una volta cotte.  

 

 

Cuocete le orecchiette in abbondante acqua salata, scolatele al dente e conditele con i friarielli e la salsiccia.